Tenta uccidere figli, bimba resta grave

Sono "stazionarie nella permanente gravità" le condizioni della bambina di 6 anni lanciata ieri dal padre dal balcone del terzo piano dopo l'ennesimo litigio avvenuto telefonicamente con la moglie, da cui è separato, e dopo aver accoltellato alla gola l'altro figlio di 14 anni. Il ragazzo guarirà in una quindicina di giorni. La piccola è ricoverata nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto: ha riportato un trauma cranico commotivo, un trauma facciale e gravissime lesioni al torace ed è stata già sottoposta a intervento chirurgico. Tutto è accaduto ieri in un comprensorio di case popolari del rione Paolo VI di Taranto, nell'abitazione della nonna paterna alla quale erano stati affidati i due fratelli dopo la separazione dei genitori. Il 49enne, con precedenti per maltrattamenti in famiglia, motivo per cui aveva perso la patria potestà dei figli, è stato arrestato per tentato omicidio. I carabinieri lo hanno dovuto sottrarre al linciaggio di centinaia di persone inferocite.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Brindisi Report
  2. Tarantini Time
  3. Tarantini Time
  4. PugliaLive
  5. Tarantini Time

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Montemesola

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...